????
ContattaciMappa sito
  » home  » che cos'è il telelavoro

IL TELELAVORO
Cos'é:
nuovo modo di lavorare detto anche “lavoro a distanza”; una soluzione economica, ecologica e a “misura di uomo” per l’assunzione di persone con handicap;
“ogni forma di lavoro svolta per conto di un imprenditore o un cliente da un lavoratore dipendente, un lavoratore autonomo o un lavoratore a domicilio, che è effettuata regolarmente o per una quota consistente del tempo di lavoro da una o più località diverse dal posto di lavoro tradizionale utilizzando tecnologie informatiche e/o telecomunicazioni” (definizione proposta dalla Fondazione Europea di Dublino).

torna su


Dove nasce:
il primo a parlare di telelavoro è stato Jack Nilles, scienziato americano, esperto di politica dei trasporti, che nel 1973 parlò della possibilità di portare il lavoro ai lavoratori , contro gli innumerevoli spostamenti di milioni di lavoratori verso il posto di lavoro. Inoltre Nilles coniò il termine di “telework” intendo con questo vocabolo ogni possibile soluzione telematica ai problemi dovuti agli spostamenti verso il posto di lavoro.
Negli Stati Uniti nel 1999 (fonte: progetto Ecatt coordinato da Gmbh, Bonn, Germania) i telelavoratori erano 16milioni.

torna su


Le professioni telelavorabili
sono le attività in cui:
  • Non è indispensabile la gestione di “gruppo”
  • Non c’è l’esigenza di attivare una comunicazione continua all’interno dell’azienda
  • E’ agevole il controllo e la valutazione dei risultati
  • E’ possibile una programmazione con tempi e modalità

torna su


Le aziende che possono affidare telelavoro:
sono le aziende in cui:
  • La gestione delle risorse umane è orientata ai risultati raggiunti
  • L’uso della comunicazione telematica serve ad intensificare i processi comunicativi
  • Si cerca di diminuire i costi e le dimensioni aziendali
  • Si cerca personale qualificato con minor costo
  • Si risponde in maniera positiva all’assunzione dei soggetti portatori di handicap fisici

torna su


Tipologie:
il telelavoro è stato classificato in base al “posto dal quale viene svolto”, ma nella pratica è più facile riscontrare o costituire modalità “miste”, in cui si integrano e si combinano diverse soluzioni organizzative, pensate su misura per ciascuna specifica realtà aziendale, al fine sempre di massimizzare convenienza e produttività.
  • telelavoro domiciliare: il lavoro si svolge soprattutto dall’ abitazione del lavoratore
  • telelavoro mobile:il lavoro viene svolto con una strumentazione informatica e telematica portatile
  • telelavoro da centri satellite: il lavoro si svolge in un centro attrezzato per il telelavoro, che riunisce lavoratori appartenenti a realtà lavorative e aziendali differenti.
  • Telelavoro office to office: si tratta di un modo di lavoro in “team virtuale” – tecnici, esperti e studiosi lavorano in posti diversi dislocati sul territorio e comunicano attraverso soluzioni tecnologiche e informatiche
  • -Azienda virtuale: la produzione e la fornitura di prodotti avviene mediante la rete informatica che mette in contatto funzioni aziendali e persone che non necessariamente condividono la stessa sede.

torna su


Telelavoro e disabili:
Con il telelavoro non si cambiano i contenuti delle attività da svolgere ma viene introdotta una nuova modalità con cui svolgerle. Tutto ciò che può essere fatto o gestito tramite l’utilizzo di supporti informatici e strumenti tecnologici può essere trasformato in telelavoro.
Il telelavoro è un’ottima opportunità di lavoro per chi è affetto da disabilità fisica ed ha estrema difficoltà non tanto nello svolgere il proprio lavoro quanto nel recarsi n ufficio per farlo.
Cosa offre il telelavoro ai lavoratori disabili :
  • facilità di accesso nel mercato del lavoro
  • possibilità di lavorare in un ambiente familiare, perché conosciuto, come quello domestico
  • organizzare in maniera flessibile orari e attività, rendendo possibile il conciliarsi delle necessità personali (soprattutto quelle rivolte alla cura e alle terapie) con le necessità aziendali
  • utilizzare strumenti e apparecchiature adeguate
  • uscire dall’isolamento sociale
  • recuperare una propria identità sociale

torna su


I vantaggi del telelavoro per le aziende che assumono lavoratori disabili:

  • possibilità di adempiere agli obblighi legislativi in materia di assunzione obbligatoria con minor spesa
  • opportunità di focalizzare l’attenzione sul lavoro e sulla qualità del lavoro e non sulla disabilità del lavoratore
  • possibilità di assumere personale anche se disabile concedendogli pari opportunità con gli altri lavoratori
  • occasione di contribuire all’integrazione delle persone disabili nel mercato del lavoro

torna su

Accordo-quadro tra ARAN (Agenzia per la rappresentanza negoziale nel pubblico impiego) e le organizzazioni sindacali del settore pubblico 24 marzo 2000)

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 8 MARZO 1999, N. 70.

Legge 16 giugno 1998, n. 191

web design Alecsandria Comunicazione